torta di carote e nocciole

download

difficoltà:cappello chef

preparazione: 80 minuti

ingredienti per 6 persone:

500g di carote

1 limone

5 uova

150g di zucchero semolato

50 g di mandorle in polvere

100g di nocciole in polvere

70g di farina

70 g di fecola di patate

sale

burro e farina per lo stampo

per decorare:

zucchero a velo

procedimento:  

sbucciate, e grattugiate le carote e irroratele di succo di limone perchè non anneriscono,

imburrate e infarinate uno stampo del diametro di 24 cm,

separate gli albumi dai tuorli,

mettete insieme i tuorli con lo zucchero e montateli con le fruste elettriche finchè formeranno una crema densa,

unite all’impasto le carote, le mandorle, le nocciole, la farina e la fecola.

montate a neve ferma gli albumi con un pizzico i sale e incorporateli al composto mescolando dal basso verso l’alto,

preriscaldate il forno a 180°,

trasferite il composto nello stampo e fate cuocere per 50 minuti.

una volta raffreddato spolverizzate la superficie con lo zucchero a velo.

link foto:

https://www.google.it/search?q=torta+di+carote&espv=2&biw=1517&bih=741&source=lnms&tbm=isch&sa=X&sqi=2&ved=0ahUKEwi3rJaB45jPAhVCfhoKHT3FCSQQ_AUIBigB&dpr=0.9#tbm=isch&q=torta+di+carote+e+noccciole&imgrc=KQp3mciewyJULM%3A

Federica Zambon

Polpo alla griglia su crema di patate

polpo-1

Difficoltà:cappello chef

Tempo di preparazione: 80 min.

Dosi per 4 persone

 

Ingredienti:

  • 1 polpo crudo da 1kg
  • 450g di patate lessate e pulite
  • 100g di panna
  • 95g di latte
  • 60g di brodo vegetale caldo
  • 20g di olio extra v.
  • 6g di sale

Preparazione:

  • Lessate il polpo a bassa temperatura per circa 1 ora
  • Raffreddatelo e tagliatelo a pezzi non troppo piccoli
  • In un mixer aggiungete le patate lessate, la panna, il latte il brodo e frullate il tutto
  • Aggiungete successivamente il sale e l’olio fino ad ottenere una crema molto soffice
  • Prendete il polpo tagliato e conditelo con un po di sale e olio
  • Passate il polpo nella piastra bella calda in modo da fargli prendere un bel colore e un profumo
  • Disponete al centro del piatto la crema di patate e adagite sopra il polpo scottato
  • Guarnite con un goccio d’olio e servite

Luca Furlanetto

 

link immagine/sito:  https://www.google.it/url?sa=i&rct=j&q=&esrc=s&source=images&cd=&cad=rja&uact=8&ved=0ahUKEwjl5rGxzZjPAhVDfhoKHa7PAQoQjRwIBw&url=http%3A%2F%2Fwww.scattidigusto.it%2F2016%2F01%2F22%2Fristorante-low-cost-cetaria-baronissi%2F&bvm=bv.133178914,d.d2s&psig=AFQjCNGP2-515j7LCHFmHgU1zVm20s6JLg&ust=1474277384017196

Bucatini con pomodorini confit e pancetta

hd450x300Difficoltà:cappello chef

tempo di preparazione:25 min.

tempo di cottura:130 min.

dosi per 4 persone

 

INGREDIENTI:

400g bucatini

1 pizzico di sale

q.b Pepe per spolverizzare

200 g Pancetta cubetti di pancetta affumicata

500 g Pomodori ciliegino

2 spicchi Aglio

40 g Olio di oliva extravergine

2 g Origano secco

1 cucchiaino Pepe

1 cucchiaino Sale

8 rametti Timo fresco

2 cucchiaini Zucchero

PROCEDIMENTO:

  • Lavate i pomodorini sotto acqua corrente, asciugateli con un canovaccio o carta da cucina e poneteli su un tagliere, quindi tagliateli a metà.
  • Ora disponete i pomodorini tagliati su una teglia ricoperta di carta forno con la parte del taglio rivolta verso l’alto.
  • Dopodiché salate e pepate a piacere, aggiungete il trito di aglio e timo e versatelo su ciascun pomodorino, così come il cucchiaino di zucchero, l’origano secco e un filo d’olio.
  • Infornate il tutto nel forno statico preriscaldato a 140° per circa 2 ore, fino a quando l’acqua di vegetazione dei pomodorini non sarà evaporata e questi non risulteranno leggermente abbrustoliti ma non secchi.
  • Quando i pomodori saranno pronti, sfornateli e metteteli in una padella capiente, versate un filo di olio e pepate.
  • Prendete i cubetti di pancetta affumicata necessari alla ricetta e versateli in una padella e fate saltare i cubetti a fuoco vivace
  • Quindi in un tegame fate bollire l’acqua e salate a piacere per cuocere. Quando l’acqua avrà raggiunto il bollore, versate i bucatini e cuoceteli per circa 10 minuti.
  • Quando i bucatini saranno pronti scolateli e versateli nella padella con i pomodorini confit e la pancetta.
  • Saltate a fuoco vivace e aggiungete un mestolo di acqua di cottura se necessario.
  • Impiattate e servite.

LINK IMMAGINE: http://ricette.giallozafferano.it/Bucatini-con-pomodorini-confit-e-pancetta.html

Anna Favaro

 

 

 

 

Panna cotta alle pesche
panna-cotta-alle-pesche

Cenni storici

La panna cotta è un dolce al cucchiaio della nostra tradizione gastronomica. Alcuni, sostengono che essa sia una versione più leggera della francese, bavarese. Altri sostengono, che ad inventarlo sia stata una signora di origini ungheresi. Essa può essere accompagnata con frutta di stagione, cioccolato fuso, frutti di bosco e persino caramello.

Ingredienti per 4 pax:

250ml di panna fresca
250ml di latte di vacca intero
100g di cioccolato bianco
60g di zucchero
4g di colla di pesce
1 baccello di vaniglia
4 pesche (500g senza buccia e osso)

Difficoltà cappello chef
Tempo di preparazione: 15 minuti + 4/5 ore di riposo orologio
Kcal:472.02 (per porzione)
Costo indicativo: 1.81€

Procedimento

    • Portate a ebollizione la panna e il latte in un pentolino con lo zucchero e il baccello di vaniglia, inciso nel senso della lunghezza. Spegnete, eliminate la vaniglia, unite il cioccolato grattugiato e mescolate finchè si sarà completamente sciolto. Incorporate la colla di pesce, precedentemente ammorbidita in acqua fredda per 10 minuti e strizzatela, e mescolate per scioglierla completamente. Suddividete il composto in 4 coppe e mettete in frigo per 4/5 ore. Completate il dessert con le pesche spellate, tagliate a fettine molto sottili, decorate e servite.

calcolo-alimenti
prezzo-piatto

STIVANIN ILARIA

Risotto al pomodoro e pesto

Screenshot_2016-09-02-12-14-47-1

Questo piatto è un primo piatto che riesce ad esaltare un prodotto italiano famoso in tutto il mondo,  il pesto genovese. Può essere un piatto che potrebbe essere servito a varie occasioni dal momento che è veloce da preparare.

Il piatto si può preparare a partire o da pomodori freschi o da passata  di pomodoro.

Tempo: 45 minuti orologio              costo piatto x1: 1,95 euro

Difficoltà:  cappello chef                          costo piatto x4 persone: 7,78 euro

INGREDIENTI  x 4 persone

320 gr di Riso Carnaroli

500 gr di passata di pomodoro

80 gr di pesto genovese

50 gr di cipolla

100 gr di grana padano grattugiato

500 ml di brodo vegetale

Sale

Olio extravergine di oliva

Basilico

Preparazione

  1. Per il sugo di pomodoro, dovete soffriggere metà della cipolla con un po’ d’olio extravergine di oliva;  quando la cipolla  sarà  dorata, aggiungete il pomodoro tagliato a cubetti e salate; cucinate poi per almeno 20 minuti  ed aggiungete alla fine una manciata di basilico.
  2. Dopo aver preparato il sugo, mettete in una casseruola il resto della cipolla e poi quando essa sarà imbiondita, aggiungete il riso e tostatelo.
  3. Unite un po’ di brodo alla volta al riso (dopo averlo tostato), iniziate a cuocerlo. A metà della cottura aggiungete il sugo di pomodoro e continuate la cottura fino alla fine.
  4. A fine cottura, togliete la pentola dal fuoco ed aggiungeteci il grana grattugiato ed un filo di olio e mescolate il tutto.
  5. Disponete il riso nel piatto e nel mezzo fate una piccola conca in cui mettere un cucchiaio di pesto e  servite.

calcolo calorico

costo-piatto riso al pom.

Francesco Comacchio

Spaghetti alla carbonara piccante

Ingredienti per 4 persone:

  • Spaghetti: 400 g
  • Pancetta piccante:200 g
  • 2 uova
  • 3 tuorli
  • Pecorino gratuggiato: 100 g
  • Peperoncino in polvere
  • Sale

In una ciotola sbattete le uova e i tuorli con una forchetta, unite metà del pecorino e continuate a sbattere, aggiungendo un pizzico di peperoncino e di sale. In una padella antiaderente senza aggiungere grassi rosolate a fuoco vivace la pancetta piccante, fino a quando riusulta croccante. Cuocete gli spaghetti in acqua salata,scolateli al dente, trasferiteli nella padella con la pancetta, lasciateli insaporire sul fuoco per qualche minuto, aggiungete le uova sbattute, amalgamateli fino a quando le uova si rapprendono, toglieteli dal fuoco e serviteli nel piatto da portata con il pecorino rimasto.

Tempo di preparazione:25 minuti

Thomas Dadda

pasta_alla_carbonara

Torta di mele

Cenni storici:

E’ uno dei dolci più conosciuti

in tutto il mondo e fu                                                                    Difficoltà: cappello chefcappello chef

talmente apprezzata negli                                                            Tempo preparazione: 50 min

Stati Uniti divenendo                                                                    Apporto calorico: 272.2 kcal (1 pax)

un’icona nazionale.                                                                         Costo indicativo: 2.09 € (1 pax)

Ingredienti:

  • 700 g di mele
  • 200 g di zucchero
  • 200 g di latteTorta-di-mele-light-480x360
  • 200 g di farina
  • 100 g di burro
  • 2 uova
  • 1 bustina di lievito
  • sale
  • cannella

 

 

https://www.google.it/url?sa=i&rct=j&q=&esrc=s&source=images&cd=&cad=rja&uact=8&ved=&url=http%3A%2F%2Fricette.donnamoderna.com%2Ftorta-di-mele-al-profumo-di-limone&psig=AFQjCNHjKouHlN4xop6f_CDdqIrDMCU7oA&ust=1472745214931665

Procedimento:

  • In una ciotola, mescolare tutti gli ingredienti tranne le mele e dare un giro in planetaria finché il composto diventa omogeneo.
  • Nel frattempo prepariamo le mele già sbucciate e le tagliamo in pezzi di media dimensione.
  • Quando il composto è bene corporato aggiungiamo le nostre mele e le mescoliamo con una spatola.
  • Preparare una tortiera con sotto la carta da forno e portare in forno a 180 °C  x 15 min.
  • Ecco qui il nostro dolce.  ⇑

Osei Julia

Calcolo calorico (1)
(altro…)

Tiramisù

CENNI STORICI

Questo dolce nasce nelle zone di treviso; tutto nasce dallo “sbatudin” che era una specie di dolce a base di tuorli d’uovo montati con lo zucchero fatto per i bambini e gli anziani. Negli anni ’60 il gastronomo Giuseppe Maffioli pubblica un libro nella quale descrive l’usanza veneta di mischiare lo zabaione con la panna montata e a dei biscotti secchi. Lo stesso Maffioli afferma in una rivista da lui fondata che pubblicherà il suo primo numero nell’ anno 1981 “è nato un nuovo dolce nella zona trevigiana, si chiama il “Tiramesù” che fu proposto per la prima vota nel ristorante Alle Beccherie e poi negli anni a seguire diffuso in tutta Italia prendendo il nome attuale di “Tiramisù”. La vera ricetta nasce con i biscotti Savoiardi ma a questo dolce si possono abbinare tanti altri tipi di biscotti secchi.

INGREDIENTI (per 4 persone)

  • 4 tuorli d’uovo                                                                                                         Difficoltà:  cappello chef
  • 100 g di zucchero
  • 350 g di mascarpone                                                                                            Tempo: 35-40 minuti orologio
  • 100 g di panna montata                                                                                      Costo indicativo: €4,29 (a persona)
  • 300 g di pavesini                                                                                                    Apporto calorico: 1435,19 kcal ( a persona)
  • 8-10 tazzine di caffè
  • cacao amaro in polvere

PROCEDIMENTO

  1. In una ciotola sbattere i tuorli con lo zucchero, fino a quando lo zucchero non sarà sciolto;
  2. aggiungere il mascarpone un po’ per volta e mischiare fino a quando no sarà ben incorporato;
  3. aggiungere la panna, montata a parte e amalgamare bene il tutto;
  4. in una pirofila mettere come primo strato i pavesini prima leggermente bagnati nel caffè e poi sopra fare uno strato di crema al mascarpone;
  5. continuare così fino a formare tre strati;
  6. mettere in frigo o in freezer per una notte e guarnire con una spolverata di cacao amaro in polvere.

BUON APPETITO

IMG-20151030-WA0003-1

Calcolo calorico

Calcolo costo menu

ricetta inglese 

Vanessa Mazzocca

Crema di ortiche con panna acida ed erba cipollina

 

INGREDIENTI PER 4 PERSONE  

  • 250g di ortiche                                                                          Difficoltà: minima
  • 10g di burro                                                                               Preparazione: 15 minuti
  • 4 cucchiai di panna acida                                                       Cottura: 1h e 10 minuti
  • 1 patata
  • 1 cipolla
  • erba cipollina
  • 1l scarso di brodo
  • Sale

PREPARAZIONE:

Mondare le ortiche, lavarle e asciugarle bene, quindi tagliarle grossolanamente; sbucciare la patata e tagliarla a pezzetti.

Far fondere il burro in una casseruola, unire la cipolla e lasciar appassire per 5 minuti. Mescolare spesso evitando che imbiondisca. Aggiungere la patata, salare e dopo 5 minuti di cottura aggiungere le ortiche, il brodo e lasciar cuocere per 50 min.

In tanto mondare l’erba cipollina, tagliarla a pezzetti

Frullare le verdure in cottura fino a ottenere una crema

In fine servire in un piatto fondo con un cucchiaio di panna acida e l’erba cipollina

crema di ortiche e panna acida

 

Citton Benedetta 3f

Tartare di tonno al dragoncello

Cenni Storici

La Tartare deriva dal popolo dei tartari, gruppo etnico di origine turca. Erano un popolo di guerrieri e perciò erano obbligati a viaggiare molto come dei nomadi percui erano costretti a consumare piatti veloci. Nacque così l’usanza di mettere la carne cruda sotto le selle durante le lunghe cavalcate cosi che essa veniva battutta e macinata divenendo pronta ad essere consumata.

 

DIFFICOLTA’cappello chef

TEMPO: 10-15 min. (+ tempo di congelamento)  orologio

20160704_193529

Ingredienti per 4 pax

600 gr di tonno fresco

Olio

Sale

Pepe

Mezzo limone spremuto

Salsa di soia (2 cucchiai)

Dragoncello (mezzo rametto sfogliato)

Procedimento

NB: si ricorda di congelare il tonno prima di iniziare a preparare la ricetta in modo da eliminare ogni tipo di

microorganismo dannoso

Tagliare finemente il tonno e metterlo su una bull.

Tritare grossolanamente il dragoncello e aggiungerlo al tonno.

Aggiungere gli altri condimenti al tonno e mescolare.

Servire accompagnato da un crostino e dell’insalatina novella

NB: si raccomanda di servire la tar-tar subito dopo averla condita perché se conservata in frigo in quello

stato si cuoce e perde molte delle sue propietà.

 

CALCOLO CALORICO http://blog.ipssarmaffioli.it/lavoro-davide-2/

COSTO PIATTO PER PORZIONE

Circa 4,00€ (il prezzo è da intendersi per la razza di tonno PINNAGIALLA)

 

 

davide ventura 3°Ee